Alternanza Scuola-Lavoro

Le recenti indicazioni ministeriali, in via di definizione, hanno modificato quanto previsto dalla legge 107/2015 che, per attivare le esperienze di alternanza (ASL) stabilite per il triennio liceale, aveva proposto fino al precedente anno scolastico un monte ore obbligatorio di 200 unità, riducendole, presumibilmente, per i percorsi liceali, a 80-90 ore. Nonostante il monte ore previsto sia stato notevolmente ridotto, le attività che verranno svolte in alternanza si configurano, coerentemente con le finalità del liceo Giannone, come un tassello fondamentale del curricolo degli studenti. Ne deriva la necessità profonda di progettare percorsi coerenti sia con gli ampliamenti dell’offerta formativa sia con il profilo degli studenti in uscita, che devono concorrere al raggiungimento del loro successo, in linea con la mission formativa dell’istituto scolastico, proiettata a raggiungere, in ambito ASL, i seguenti obiettivi:

- contribuire a far conoscere ai nostri studenti il mondo del lavoro, integrando e valorizzando le conoscenze teoriche e l’apprendimento «sul campo», perché possano scoprire le proprie vocazioni personali e sviluppare idee imprenditoriali.

- Migliorare i processi di apprendimento e favorire una maggiore motivazione allo studio.

- Favorire l’integrazione tra apprendimento a scuola e apprendimento «on the job».

- Favorire l’acquisizione di competenze spendibili nel mondo del lavoro.

Ne deriva, quindi, che l’alternanza deve necessariamente realizzarsi con attività dentro la scuola e/o fuori dalla scuola, dal momento che deve costituire il risultato di una profonda sinergia tra la scuola stessa e il territorio in cui essa si inserisce. Nel primo caso, si tratta di orientamento, incontri formativi con esperti esterni, insegnamenti di istruzione generale in preparazione all’attività di stage. Le attività fuori dalla scuola riguardano lo stage vero e proprio presso le strutture ospitanti.

Aprire il mondo della scuola al mondo esterno consente più in generale di trasformare il concetto di apprendimento in attività permanente (life long learning, opportunità di crescita e lavoro lungo tutto l’arco della vita), consegnando pari dignità alla formazione scolastica e all’esperienza di lavoro.

La progettazione dei percorsi di alternanza scuola lavoro, quindi, considera la dimensione curriculare e la dimensione esperienziale in nuovi contesti di apprendimento. Le due dimensioni sono integrate in un percorso unitario che mira allo sviluppo delle competenze richieste dal profilo educativo del corso di studio, spendibili nel mondo del lavoro.

Di conseguenza, il percorso in Alternanza degli studenti del Liceo Giannone si caratterizzerà e distinguerà per una sensibile e meditata coerenza tra il piano di studi degli studenti e le attività ASL loro proposte, in accordo con Università, enti, associazioni professionali che con il Giannone stesso hanno stipulato convenzioni, condividendo quindi le finalità formative descritte nel PTOF dell’istituto.

Il modello triennale di ASL che ci si propone di costruire, quindi, per le classi I   liceo a. s. 2018/2019 sarà costruito sulla base di:

- convenzioni che diano luogo a percorsi in Alternanza con l’Università di Salerno, con l’Università degli studi del Sannio, con organi di stampa locali, enti statali che operano nel settore della comunicazione;

- percorsi che diano agli studenti la possibilità di avvicinarsi al mondo del lavoro attraverso progetti realizzati in accordo con moderne Startup informatiche, che da qualche tempo hanno dato nuova linfa al mercato del lavoro sannita;

- percorsi in convenzione con Ordine dei Medici e Ordine degli Avvocati;

- progetti realizzati in convenzione con enti territoriali (biblioteche, musei), che richiedano allo studente esercizio e padronanza della lingua inglese, al fine di rendere effettivo il senso della globalità del mercato del lavoro.

- esperienze e attività coerenti con il profilo di uno studente liceale (in ambito archeologico, artistico, bibliotecario, museale) da definire in seno ai Consigli di classe, coerentemente con la programmazione didattica, e in accordo con strutture pubbliche e private, o enti, del territorio.

- percorsi ASL in convenzione con aziende del territorio, inserite e non nel Registro Nazionale per l’Alternanza, o con la Camera di Commercio;

percorsi ASL, laddove se ne configuri la possibilità, realizzati interamente o in parte all’estero, coerenti con i profili degli studenti, che diano un respiro europeo al curriculum di studi dei nostri studenti.

Il percorso di ogni singolo studente sarà articolato nell’arco di tre anni, al fine di conferire spessore e coerenza all’esperienza di Alternanza. È auspicabile, infatti, che i ragazzi maturino consapevolezza del significato e delle finalità del progetto da loro sposato. Perché accada ciò è fondamentale che la scuola, con le strutture, le associazioni, gli enti in convenzione, propongano un percorso organico.

L’intento è, dunque, di definire un processo che veda, nel corso degli anni scolastici, un crescente coinvolgimento degli studenti nelle attività presso le strutture ospitanti e che, nel tempo, trasformi obiettivi di base legati all’orientamento in obiettivi finalizzati all’acquisizione di competenze lavorative e trasversali. Fulcro di tale progetto è la consapevolezza del valore dell’esperienza, secondo un percorso che tiene assieme gradualità e progressività.

Pertanto, a partire dal corrente anno scolastico e per tutto il triennio 2018-2021, le attività di alternanza saranno organizzate secondo i seguenti ambiti:

Ambito della comunicazione e nuovi linguaggi: in collaborazione con il Dipartimento di Scienze della comunicazione dell’Università di Salerno : sono previsti percorsi quali attività di ufficio stampa, laboratorio di web journalism e montaggio audiovisivo; transmedia storytelling; comunicazione per il sociale ; comunicazione filmica; 

Ambito medico-scientifico: sono previsti percorsi di approfondimento delle discipline medico-scientifiche in collaborazione con l’Ordine dei Medici

Ambito matematico–informatico-ingegneristico: in collaborazione con il Dipartimento di Ingegneria dell’Università degli Studi del Sannio: sono previsti percorsi quali apprendimento dell'utilizzo del software MATLAB; laboratorio di fisica e di scienze

Ambito sociale/ terzo settore: conoscenza della specificità operativa, giuridica economica e culturale delle associazioni, degli enti, delle cooperative che operano nell’ambito del terzo settore; Normativa di riferimento fino alla Legge Delega 106/2016; Il terzo settore nella realtà beneventana.

Ambito cultura e patrimonio artistico-bibliotecario: Normativa di riferimento per l’istituzione e la gestione di un museo, pubblico o privato; Analisi e riflessione preliminare, relativamente alle strutture e agli spazi museali della città di Benevento; Normativa fondamentale di settore, in relazione a archivi, biblioteche, istituti culturali ed editoria; Elementi di gestione documentale; La realtà archivistico/ bibliotecaria sul territorio locale.

Le 80-90 ore, in attesa di indicazioni precise da parte del MIUR, saranno articolate nel modo seguente:

I liceo: 40-45 ore

II liceo: 30-35 ore

III liceo: 10 ore

La attività comuni a tutti gli ambiti saranno le seguenti:

Presentazione percorso ASL: ore 2

Corso sulla sicurezza: 8 ore, di cui 4 in presenza e 4 online

Diritto del lavoro: 4 ore

Orientamento al lavoro: 4 ore

Diario di bordo: 2 ore


Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.